:title:

rav

La valutazione in atto nell’Istituto, iniziata con la stesura del RAV - Rapporto di Autovalutazione, consultabile sul sito della scuola a questo indirizzo (R.A.V.) e parte integrante del presente Piano, prosegue  con la stesura del Piano di Miglioramento contestualmente al PTOF. I primi due punti del P.d. M. vengono infatti resi pubblici contemporaneamente alla pubblicazione del P.T.O.F.

Inoltre, come indica la nota MIUR  0002182.28-02-2017, la relazione tra PdM e P.T.O.F. è così vincolante che anche la scadenza del PdM viene fatta coincidere con quella del P.T.O.F. per  armonizzare la tempistica del procedimento di valutazione con quella di attuazione del PTOF, con l’estensione dei tempi di realizzazione del PdM all’intero anno scolastico 2018/2019

E’ dunque il PdM che   indica le priorità di intervento delle azioni raccolte nel presente documento triennale. Piano di Miglioramento concluso (25/08/2018) https://www.galileiostiglia.gov.it/pvw/app/MNII0007/pvw_sito.php?sede_codice=MNII0007&page=2251844

Il R.A.V. e il P.d.M. non sono quindi semplicemente allegati al presente P.T.O.F., ma ne sono il presupposto e le linee guida fondanti e ne fanno parte integrante.

Il P.T.O.F. non può prescindere dalle linee di indirizzo indicate dalla legge 107: il presente documento interseca le priorità e gli obiettivi di processo del RAV (riportati in grassetto)  con le indicazioni della L. 107 (riportati in corsivo).

 

PREVISTI PER L’A.S. 2018/19

 

 

PRIORITÀ

TRAGUARDI

Risultati nelle prove standardizzate nazionali

 Miglioramento esiti prove nazionali standardizzate

Migliorare gli esiti di italiano nei corsi tecnici e quelli globali nei corsi linguistico e scienze umane per allinearsi alle medie nazionali

Competenze chiave europee

Formazione dei docenti sulle competenze chiave e di cittadinanza

 

Partecipazione di almeno 10 docenti ai corsi di formazione proposti dal polo di formazione d'ambito o ad altre iniziative di aggiornamento

Consolidare le procedure di valutazione delle competenze europee e rendere più efficaci gli strumenti destinati alla loro valutazione

 

Modificare la griglia di valutazione delle competenze europee di fine primo biennio presente nel PTOF, per renderla di più efficace lettura

 Monitorare gli esiti degli studenti alla fine del primo biennio

Conseguire risultati sufficienti per almeno l'80%, Intermedi per almeno il 60%, Buoni almeno per il 40% alla fine del primo biennio

 

 

 

 

 

AREE DI PROCESSO

OBIETTIVI DI PROCESSO (P.d.M. as 2018/19)

Curricolo, progettazione e valutazione

- Consolidare la riflessione sulle competenze europee e la loro valutazione con la partecipazione dei docenti ad iniziative di formazione.

- Potenziare le competenze dell’asse linguistico e matematico per migliorare gli esiti delle prove Invalsi

Ambiente di apprendimento

- Potenziare le iniziative per una didattica inclusiva anche mediante l’uso delle nuove tecnologie; stimolare la pratica della didattica laboratoriale.

Inclusione e differenziazione

- Consolidare il progetto di miglioramento della lingua Italiana per alunni stranieri (in particolare intesa come L2)

 

 

Il PTOF non è un documento statico, definito una volta per tutte: cresce e si modifica con il variare delle esigenze di chi nella scuola studia e lavora; la scuola cambia nel corso degli anni, e con essa cambia il P.O.F. che definisce un orientamento e una direzione, disegna un percorso evolutivo dell’istituzione scolastica, descrive la progettualità a lungo e breve termine  Il testo, elaborato dal Collegio dei Docenti e approvato dal Consiglio d’Istituto, viene perciò rinnovato annualmente e integrato con gli strumenti comunicativi della scuola, il sito di istituto  e il registro online, le cui comunicazioni in ordine alla progettazione, revisione, valutazione e altri aspetti legati al P.T.O.F. sono parti integranti del presente documento.

 


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.