:title:

Comma 7d) sviluppo delle competenze in materia di cittadinanza attiva e democratica attraverso la valorizzazione dell'educazione interculturale e alla pace, il rispetto delle differenze e il dialogo tra le culture, il sostegno dell'assunzione di responsabilità nonché della solidarietà e della cura dei beni comuni e della consapevolezza dei diritti e dei doveri;

Comma 16: “… assicurare l’attuazione dei principi di pari opportunità promuovendo … l’educazione alla parità tra i sessi, la prevenzione della violenza di genere e di tutte le discriminazioni…”

Comma 7 l) prevenzione e contrasto della dispersione scolastica, di ogni forma di discriminazione e del bullismo, anche informatico;

 fondazione

    • EDUCAZIONE ALLA SALUTE: TREMENDA VOGLIA DI VIVERE (in collaborazione con da Fondazione Centri giovanili don Mazzi)

    Obiettivo: Prevenire con un approccio educativo comportamenti a rischio, abuso di sostanze, bullismo.

    Referente: prof. Frignani

  • cyberbullismo
    • PROGETTO CYBERBULLISMO - Pluriennale a partire dall’a.s. 2017-18 (v. sopra)

    L’istituto, in ottemperanza della Legge regionale del 7 Febbraio 2017 e della successiva Legge nazionale del 17 Maggio 2017, ha individuato tra i docenti a tempo indeterminato un referente per il bullismo e il  cyberbullismo.

    L'istituto recepisce le indicazioni fornite dalla legislazione in vigore riguardo all’argomento e manifesta la propria sensibilità verso un tema da cui non può prescindere il ruolo educativo e formativo della scuola dei nostri giorni.

    Interventi previsti:

    - partecipazione a iniziative di informazione e formazione promosse dall’ UST, comunicate anche alle famiglie tramite il sito di istituto;

    - percorso di formazione di secondo livello a livello provinciale, seguito dal docente referente;

    - iniziative di informazione e formazione rivolte agli studenti, con il coinvolgimento di Autorità Provinciali (Questura di Mantova);

    - collaborazione con altri istituti scolastici, organizzazioni e/o istituzioni;

    - adesione al Progetto di Peer Education promosso dall’ UST in collaborazione con il Cremit e l’Università Cattolica di Milano. E’ prevista la formazione di un congruo numero di studenti delle classi terze e quarte, i quali saranno chiamati a svolgere successivamente un ruolo di educatori/formatori nei confronti dei compagni del primo biennio (Peer Education).

    Referente: prof. Emanuele Trazzi

  • d) sviluppo delle competenze in materia di cittadinanza attiva e democratica attraverso […] il sostegno dell'assunzione di responsabilità nonché della solidarietà e della cura dei beni comuni e della consapevolezza dei diritti e dei doveri;

rotary

    • EDUCAZIONE ALLA SALUTE: R.Y.L.A. ROTARY MANTOVA, LEADER DI SE STESSI - Destinatari: studenti delle classi 4e

    Obiettivo: Il RYLA si prefigge di sviluppare nei giovani le qualità di leadership, il senso di responsabilità civica e la crescita personale.

    Referente: prof. Frignani

 

    • GIORNATA DELLA MEMORIA

    Obiettivo: Sottolineare l’importanza di ricordare i sopravvissuti, le vittime, i liberatori e i carnefici; riconoscere che l’Olocausto è stato una perdita per la civiltà nel suo insieme oltre che per i paesi che furono coinvolti direttamente; comprendere meglio il passato.

    Destinatari: Classi dell’Istituto

    Referente: prof. Bellati

    • "INNO ALLA VITA" ALLA MEMORIA DI G. FALCONE

    Attività: Realizzazione del piccolo monumento alla memoria della legalità, convegno durante l'assemblea studenti con il rappresentante dell'associazione LIBERA, Azzolino Ronconi, con riflessioni sul fenomeno delle mafie, viaggio con la Nave della Legalità da Civitavecchia a Palermo per rappresentare l'Istituto "G. Galilei".

    Destinatari: classe 4^ G

    Referente: prof. Gianni Ferioli

    • PROGETTO SCACCO PAZZO

    Attività: Le classi incontreranno un gruppo di operatori (psicologo e educatore) e utenti (pazienti psichiatrici) del centro di salute mentale di Castelgoffredo e svolgeranno con loro un’esperienza di “gioco” sul tema della salute e della malattia mentale

    Destinatari: Classi 4^ indirizzo scienze umane

    Referente: prof. Giuseppe Scuderi

    • EDUCAZIONE ALLA SALUTE: SPORTELLO ASCOLTO

    Obiettivo: Uno sportello di ascolto per promuovere il benessere a scuola. Lo sportello ascolto è gestito in toto dall’ASST di MN, una volta alla settimana distacca un professionista che rimane a scuola tre quattro ore in base alle prenotazioni.

    Referente: prof. Frignani.

    Destinatari: tutti gli studenti dell'Istituto - a scelta del singolo studente.

    • EDUCAZIONE ALLA LEGALITA'

     

    Attività: Il progetto prevede 3 tipologie di azioni:

    1. a) un modulo didattico destinato ad alcune classi del triennio della durata di 2 ore dal titolo Legalità e Giustizia
    2. b) incontri di formazione rivolti alle classi del triennio che svolgeranno l’alternanza nel corso dell’anno (terze e quarte) dal titolo Educazione alla legalità per l’alternanza scuola/lavoro (un incontro di due ore per ciascun gruppo di classi).
    3. c) incontri con forze dell’ordine o magistrati

    Destinatari: classi del trienio Liceo e ITI

    Referente: prof. Armando Trazzi

     

    Comma 7 e)  sviluppo  di   comportamenti   responsabili   ispirati   alla conoscenza  e  al  rispetto  della  legalità,  della  sostenibilità ambientale, dei beni paesaggistici, del patrimonio e delle  attività culturali;

 

  • Comma 7 g “Sviluppo di comportamenti ispirati a uno stile di vita sano”

    PROGETTI DI EDUCAZIONE ALLA SALUTE

    OBIETTIVI / ATTIVITÀ

    REFERENTE

    LA MIA VITA IN TE     la mia vita in te

    Promuovere salute e benessere attraverso percorsi di rete interdisciplinari. Sensibilizzare la popolazione giovanile sui valori della solidarietà. Promozione dell'informazione sulle donazioni.

    prof. Daniele Frignani

    PROGETTO MARTINA     martina

    Il progetto mira a fornire conoscenza per la prevenzione e la diagnosi precoce e le strategie di lotta ai tumori più frequenti.

    TREMENDA VOGLIA DI VIVERE

    I partecipanti sono guidati a distanza nella progettazione e realizzazione di videoclip utili alla partecipazione di un concorso provinciale  dove,  in occasione dell’assemblea studentesca di maggio 2018, saranno premiati i lavori giudicati meritevoli da una giuria tecnica. - Partecipazione volontaria.

     

     

     

     

     

    CENTRO   SPORTIVO  SCOLASTICO

    A partire dall’a.s. 2010/2011 presso il nostro Istituto è attivo il Centro Sportivo scolastico. L’Istituto Galilei, considerando e sottolineando il ruolo educativo dell’attività motoria e sportiva, riconferma la costituzione del Centro Sportivo Scolastico d’Istituto come struttura organizzativa interna anche per il Triennio di riferimento del P.T.O.F.

    Il Progetto si propone di stimolare la partecipazione ai Giochi Sportivi Studenteschi e alle iniziative opzionali curricolari o extracurriculari di carattere motorio

    Il CSS intende favorire l’adesione alle attività in orario curriculare o pomeridiano, di preparazione ad alcuni sport individuali o di squadra, prescelte  in collaborazione con i docenti di Scienze Motorie e proposte dagli stessi studenti.

    L’intenzione dei docenti è quello di stimolare gli allievi ad una pratica sportiva gratificante ed ampliare l’offerta formativa. Le attività del CSS integrano il percorso delle ore curricolari e contribuiscono allo sviluppo di una cultura sportiva, del movimento e all’acquisizione di un corretto atteggiamento competitivo.

    Finalità ed Obiettivi del Centro Sportivo Scolastico :

    - Progettazione ed organizzazione dell’attività sportiva rivolta agli studenti dell’Istituto “ G. Galilei”;

    - Promozione della pratica sportiva e dell’abitudine al movimento  come stile di vita regolare ;

    - Promozione del valore educativo dello sport;

    - Consolidamento della capacità di collaborazione durante le fasi del gioco di squadra;

    - Integrare il percorso formativo delle ore curricolari di Scienze Motorie;

    Attività    curriculari ed extracurriculari

     

    Tornei interni fra le classi dell’Istituto ( Pallavolo femminile, Calcetto maschile e femminile);

    Partecipazione ai Giochi Sportivi Studenteschi nelle discipline del Nuoto e dell’Atletica Leggera;

    Lezioni di promozione e  conoscenza degli sports ( nuoto e karate) o di discipline del fitness ( metodo Pilates e Zumbafitness), realizzate dai docenti di Scienze Motorie, da esperti esterni ed operatori di Associazioni sportive del territorio;

    Giornata ricreativa in ambiente naturale con finalità motorie e relazionali : Giornata sulla neve.

    Referenti: Gli insegnanti di Scienze Motorie in servizio presso l’Istituto G. Galilei .Il responsabile del Centro Sportivo Scolastico è il prof. Barbi Giuseppe 

    I PROGETTI SPORTIVI DI ISTITUTO di sotto presentati fanno capo al Centro Sportivo di Istituto

     

     

     

    PROGETTI SPORTIVI

    OBIETTIVI / ATTIVITÀ

    REFERENTE

    •            PROGETTO SPORTIVO DI ISTITUTO

    Avviamento e consolidamento alla pratica sportiva nelle discipline del gioco del calcetto, della pallavolo ,del  nuoto, dell’atletica leggera e della pallacanestro. (Aperto a tutti gli studenti dell’Istituto)

    prof. Giuseppe Barbi

    •            ZUMBA FITNESS

    Si intende migliorare alcune capacità motorie degli  studenti , in particolare la resistenza aerobica, la coordinazione e la forza muscolare. (4^U, 5^U, 4^S, 4^LF, 5^A, 5^T e 5^L)

    •            ATTIVITA' NATATORIA

    Miglioramento  della consapevolezza del proprio corpo in ambiente acquatico; Sviluppo delle capacità motorie attraverso la pratica del nuoto; favorire la maturazione psicofisica e l’autostima  degli studenti. La copertura finanziaria sarà assicurata attraverso il contributo di 10 euro  n.6/8 lezioni che ciascun/ciascuna allievo/a dovrà mettere a disposizione per la partecipazione al ciclo di incontri programmato. (3^L,4^U, 4^S, 4^FL e 5^U)

    •            A SCUOLA DI TANGO

    Sviluppare, attraverso l’apprendimento delle tecniche di base del tango argentino, la musicalità, l’equilibrio, la fluidità, la reattività, il senso di responsabilità, la capacità di collaborazione e la conoscenza /controllo della propria emotività. (Aperto a tutti gli studenti dell’Istituto)

    Prof. Claudio Tosetti

    •            LOTTA NO GI

    Lezioni con esperto di lotta, lezioni pratiche e spiegazione regole e tecniche principali. Conoscenza di tecnica e regolamento della disciplina, aumento forza e coordinazione.  Miglioramento tecniche di lotta e grappling no gi, conoscenza regole e rispetto per gli altri attraverso la pratica della disciplina. (1^A-Tec, 1^B-Tec)

    Prof. Simona Roveri

     


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.