:title:

IIIS “G. Galilei” propone una valutazione che tenga conto sia del processo che del risultato; nello specifico:

  1. VALUTAZIONE DI RISULTATO:
    • Classi terze:

Agli studenti delle classi terze viene chiesto, quando stanno ancora svolgendo l’esperienza di alternanza scuola lavoro, di stilare una breve relazione relativa alla prima settimana di stage, avendo cura di seguire tutte le indicazioni fornite dal docente responsabile dell’alternanza per quella classe. Le relazioni, in formato digitale, devono essere inserite nella cartella Drive messa a disposizione dal responsabile dell’alternanza per la classe oppure inviate via e-mail entro la data indicata. La valutazione delle relazioni viene affidata ai docenti definiti dal Consiglio di Classe e dovranno formulare un voto in decimi da inserire nel registro elettronico prima dello scrutinio di giugno (il voto può essere inserito aggiungendo una annotazione relativa all’alternanza scuola lavoro).

  • Classi quarte:

Agli studenti delle classi quarte viene chiesto, appena terminata l’alternanza scuola lavoro per l’anno di riferimento, di stilare una relazione (ma è possibile sviluppare anche altri percorsi come presentazioni sfruttando PowerPoint o altri applicativi; le modalità possono essere stabilite in corrispondenza del primo consiglio di classe e comunque prima dell’esperienza di alternanza scuola lavoro) relativa alla propria esperienza di stage (inserendo, eventualmente, anche il resto dell’esperienza di alternanza affrontata l’anno scolastico precedente che non era stato possibile valutare), avendo cura di seguire tutte le indicazioni fornite dal docente responsabile dell’alternanza per quella classe. Le relazioni, in formato digitale, devono essere inserite nella cartella Drive messa a disposizione dal responsabile dell’alternanza per la classe oppure inviate via e-mail entro la data indicata. La valutazione delle relazioni viene affidata ai docenti definiti dal Consiglio di Classe e dovranno formulare un voto in decimi da inserire nel registro elettronico prima dello scrutinio di giugno (il voto può essere inserito aggiungendo una annotazione relativa all’alternanza scuola lavoro).

  • Classi quinte:

Agli studenti delle classi quinte viene chiesto, appena terminata l’alternanza scuola lavoro per l’anno di riferimento, di stilare una relazione (ma è possibile sviluppare anche altri percorsi come presentazioni in PowerPoint o altri applicativi; le modalità possono essere stabilite in corrispondenza del primo consiglio di classe) relativa alla propria esperienza di stage, avendo cura di seguire tutte le indicazioni fornite dal docente responsabile dell’alternanza per quella classe. Le relazioni, in formato digitale, devono essere inserite nella cartella Drive messa a disposizione dal responsabile dell’alternanza per la classe oppure inviate via e-mail entro la data indicata. La valutazione delle relazioni viene affidata ai docenti definiti dal Consiglio di Classe e dovranno formulare un voto in decimi da inserire nel registro elettronico prima dello scrutinio di giugno (il voto può essere inserito aggiungendo una annotazione relativa all’alternanza scuola lavoro).

 

È bene ricordare che ogni Consiglio di classe è libero di utilizzare il metodo di verifica che preferisce o che ritiene più idonea per il percorso di studi intrapreso. Non è sempre necessario ricorrere alla relazione scritta ma si può ricorrere anche a ottime alternative (purché alla fine sia possibile ottenere un voto esprimibile in decimi).

 

Altre possibilità sono:

  • esposizione orale: l’allievo espone in classe al docente e ai sui compagni la propria esperienza di alternanza, facendo una breve presentazione dell’azienda/ente che l’ha ospitato e mettendo in rilievo pregi e difetti di questa esperienza;
  • presentazione dell’esperienza di alternanza: utilizzando file di presentazione (PowerPoint, Prezi, …) e valutando queste presentazione in base alla completezza dell’esposizione, della cura nella preparazione, degli accorgimenti tecnici utilizzati, dei contenuti e degli approfondimenti.
  • relazione scritta o orale in lingua straniera.

 

  1. VALUTAZIONE DI PROCESSO:

Questa valutazione viene attuata attraverso l’utilizzo di griglie di osservazione compilate dal tutor aziendale (nella sua funzione ricopre un ruolo prettamente oggettivo);la valutazione avviene in azienda e si formalizza con la declinazione di alcuni indicatori.

Alla fine del triennio (secondo biennio e quinto anno) i docenti responsabili dell’alternanza per la classe quinta avranno cura di consultare le griglie prodotte fino a quel momento (in 3^, 4^ e 5^) in modo da ricavare un’indicazione ben precisa, per ogni singolo studente, da portare allo scrutinio finale e da utilizzare, dove se ne ravveda la possibilità, per migliorare il voto di condotta dello studente (è necessario dare indicazioni precise e condivise).

Confidando che le griglie di valutazione siano compilate dai tutor aziendali con estrema obiettività, precisione e accuratezza, si propone di tenere conto della valutazione di processo nel modo seguente: aumentare di un valore il voto di condotta (ad esempio da 8 a 9), solamente quando tutti le valutazioni assegnate ai vari campi delle griglie di valutazione (nei tre anni) rientrano nei campi “ECCELLENTE” e “BUONO” (si veda esempio sottostante); se invece qualche valutazione (basta anche una sola) ricade nel campo “ACCETTABILE” non si aumenta il voto di condotta, mentre si diminuisce di un voto (ad esempio da 9 ad 8) se la valutazione ricade (nei tre anni) nei campi “DA MIGLIORARE” e “NON ACCETTABILE”.Queste considerazioni andranno fatte durante lo scrutinio finale al momento di attribuire il voto di condotta. Sarà un compito del responsabile dell’alternanza per la classe quinta avere un quadro completo della valutazione fornita dai tutor aziendali durante lo stage nel triennio. Esisteranno sempre dei casi limiti che non rientrano nelle situazioni suddette ma sarà compito del responsabile dell’alternanza per quella classe, che ha seguito tutti gli studenti e conosce tutte le situazioni e soprattutto ha il polso della situazione su tutte le aziende contattate, di evidenziarli durante lo scrutinio per l’ammissione all’esame di Stato in modo da condividere la decisione con tutto il Consiglio di classe.

Nella figura sottostante viene riportato un esempio di griglie di osservazioni adottate e di valutazione del tutor aziendale.

SVOLGIMENTI DEI COMPITI ASSEGNATI

ECCELLENTE

BUONO

ACCETTABILE

DA MIGLIORARE

NON ACCETTABILE

1

Capacità di portare al termine i compiti assegnati

X

 

 

 

 

2

Capacità di rispettare i tempi nell'esecuzione dei compiti

X

 

 

 

 

3

Capacità di saper organizzare automaticamente il proprio lavoro

 

X

 

 

 

4

Capacità di acquisire nuove abilità

 

X

 

 

 

5

Capacità di interagire con gli altri

 

X

 

 

 

6

Capacità di comprendere e rispettare le regole

X

 

 

 

 

7

Capacità di adattamento

 

X

 

 

 

8

Autocontrollo, serietà

 

X

 

 

 

9

Ordine e precisione sul lavoro

 

X

 

 

 

10

Cura della persona

 

X

 

 

 

 

 

 




Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.